La prima iniziativa A.B.A.F. è stata con successo avviata dall’Amministrazione Comunale di Porto Torres come progetto pilota nella stagione estiva 2007 presso la spiaggia di Scoglio Lungo. Successivamente, alla luce dei risultati conseguiti in quella stagione, l’iniziativa è stata riconfermata e potenziata per le stagioni 2008, 2009, 2010 e 2011. Tale intervento ha potuto essere di esempio e di stimolo per altre Amministrazioni Comunali costiere nello sviluppo di una sensibilità civica e sociale rivolta a tutte quelle persone oggi escluse, nella maggior parte delle località, dalla possibilità di godere liberamente e gratuitamente dei benefici delle attività balneari.
L’Amministrazione Comunale di Sassari, riconoscendo la validità del progetto, ha, infatti, anch’essa voluto attuare con decisione il programma  A.B.A.F. presso la spiaggia de “La Rotonda” nella località di Platamona nelle stagioni estive 2008, 2009, 2010, 2011 e 2012. La struttura pubblica, gratuita e all’avanguardia, ha permesso di accogliere i bagnanti disabili che hanno potuto così disporre di una reale ed avanzata accessibilità balneare della spiaggia, riscuotendo particolare successo e destando stupore e curiosità da parte degli utenti per il particolare servizio, fino ad allora mai sperimentato.

Entrambe le strutture A.B.A.F. di Sassari e Porto Torres hanno ospitato persone con disabilità di diversa natura e grado. Gradimento ed utilità sono stati rilevati anche da parte di madri con bambini piccoli in passeggino, finalmente agevolate, nel raggiungere e percorrere l’arenile.